Pubblicità
15 C
Napoli
7.2 C
Palermo
14.2 C
Cagliari
Attiva DAZN
Pubblicità
HomeCopertinaCi sono due migranti turchi tra gli scopritori del vaccino Pfizer. Chissà...

Ci sono due migranti turchi tra gli scopritori del vaccino Pfizer. Chissà se Salvini e Meloni grideranno al vaccino autarchico?

di Giovanna Di Rosa #LaProvocazione twitter@gaiaitaliacom #Autarchie

 

Coloro che negano il virus in nome di un sovranismo autarchico traducibile in una semplice forma denominata Democrazie Illiberali, il cui copyright è in mano al buon amico di Matteo SalviniVladimir Putin e del quale il buon Bannon, compagni di fotografie e sodale politico di Meloni, non vede poi così male, hanno un problema in più.

Tra gli scopritori del vaccino Pfizer, tra coloro che vi hanno lavorato attivamente e con grande competenza, ci sono due migranti turchi. Onore al merito naturalmente, ma la presenza dei due cittadini turchi in uno staff di sì straordinaria preparazione, rende molto difficile per la Signora ed il Signore del sovranismo razzista ed antimigranti perpetuare il loro raccontino da asilo infantile secondo il quale i migranti, tutti ma se son musulmani è anche peggio, sono più o meno animali incolti ed ignoranti che emigrano per uccidere o sfruttare illegalmente il territorio quando va bene.

Così ora, in linea con #laprovocazione, chiediamo ufficialmente che i due leader della destra favolosamente estrema ed antimigranti rifiutino il vaccino e si mettano a studiarne uno nuovo, tutto Italiano, autarchico, diciamo, dandogli un nome più in linea coi piaceri ai quali sembrano abbandonarsi con piacere i loro elettori: Spritz. (No, chiamarlo mojito non si può).

 

(10 novembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 




POLITICA