Credevo fosse Università invece era Mibact…

Condividi




di G.G. #Laprovocazione

Doveva essere Università e invece fu Mibact perché comunque Salvini doveva colonizzare anche la cultura, e come colonizzarla al meglio se non con una delle candidate più perdenti della storia leghista, ricompensandola per il sacrificio in Emilia-Romagna -?

Così vanno le cose leghiste, signore e signori, non vali granché, ma c’è posto, basta che tu gridi e ti uniformi al salvinismo. Non importa ciò che dici, importa ciò che non sei, così che tu possa essere ricostruito all’interno della narrativa sovranista-neoeuropeista-opportunista della Lega ed essere opportunamente inserito in un posto chiave, utile al capo.

Così è la triste ed incredibile storia di Borgonzoni, ma poteva chiamarsi Ugo, che folgorata sulla via del salvinismo venne candidata, perse elezioni già vinte grazie al suo capo ed ora, lei che si vanta di non leggere libri, si trova ad essere sottosegretario (dal nome della carica, non è maschile sessista, non siamo a Fratelli d’Italia) del ministero che si occupa di Beni Culturali in un paese che è un’opera d’arte, peccato sia pieno di cittadini che votano a bestia. Perché, e spiace dirlo, gente come la Borgonzoni in parlamento ce l’hanno mandata gli Italiani, non c’è mica andata da sola facendo violenza al picchetto d’onore. C’è andata dopo regolari elezioni, regolarmente votata e con tutto il suo bagaglio di irresistibile modesta preparazione culturale e politica. E ciò che passerà alla storia di lei sarà l’avere indossato una maglietta con su scritto “Parlateci di Bibbiano” che le è valsa la carica di sottosegretario (dal nome della carica, non è maschile sessista, non siamo a Fratelli d’Italia). Basta poco per far carriera in Italia. E guarda guarda cosa ti combinano i partiti che protestano perché non c’è meritocrazia (Matteo Salvini, a Carta Bianca, il 23 febbraio).

 

(25 febbraio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 




Pubblicità

I PIU' LETTI

Potrebbero interessarti

Masseria Antonio Esposito Ferraioli, senatore Ruotolo: “Chi tocca questo bene confiscato, tocca noi tutti”

di Redazione Napoli Un presidio fisico della Masseria Antonio Esposito Ferraioli, il bene confiscato alla camorra più importante dell'area...

Luigi Di Maio: “Dopo la performance della trasferta in Polonia, forse andare anche a Mosca…. Con Putin ci parla Draghi”

di Daniele Santi E' leggerissimamente ironica il ministro degli Esteri Di Maio dal palco di Manduria, ospite di Bruno Vespa, e...

Catanzaro. Il candidato sindaco Donato: “Non salirei sul palco con Salvini”

di Daniele Santi Già passare dal PD al civismo con una lista sostenuta da Lega e Forza Italia, mentre dall'altra...

Ettore Rosato in Calabria il 28 maggio

di Redazione Politica Il 28 maggio, il Presidente di Italia Viva Ettore Rosato nei comuni della Calabria al voto....
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: