Michele Emiliano grida al “complotto” per fargli perdere le elezioni. Come se non non fosse capace da solo

Condividi

di Giancarlo Grassi #Puglia twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

Michele Emiliano, un pessimo presidente di regione non certo per il partito cui appartiene, ha già deciso che la causa della sua sconfitta alle prossimo elezioni regionale 2020 in Puglia è un complotto ordito niente meno che da Matteo Renzi e da Nichi Vendola. Va detto, per onore di cronaca e per onore al PD, che anche Nicola Zingaretti ha già deciso che è stato Matteo Renzi  a decidere di far vincere Salvini. Ecco a quale livello si muove la politica.

Le critiche mosse da Matteo Renzi a Michele Emiliano sono molto precise: lo ritiene un incapace, incapace di governare la Puglia, incapace di risolverne i problemi. Lo ha confermato anche nella trasmissione dei Giannini su Radio Capital nella mattinata del 17 gennaio. Emiliano, è nel suo stile, spara nel mucchio dichiarando a Repubblica che c’è “chiaramente un complotto tra Renzi e Vendola. E’ di tutta evidenza che stanno tentando di mettere insieme un terzo polo non per vincere, perché non ci possono riuscire, ma per farci perdere, per consegnare la Puglia a Salvini. Mi dispiace moltissimo che Vendola sia arrivato a questo punto, di Renzi lo do per scontato che tenterà in tutti i modi di farci perdere. Resisteremo, e cercheremo di convincere tutti i democratici che giocare a far politica per dispetto non ha senso. Certamente la mia amministrazione, come ogni altra, ha tanti limiti, ma questo non significa che si debba pensare di consegnare la Puglia a Salvini, sarebbe un errore catastrofico”.

A onor di cronaca Renzi nella trasmissione che citavamo, non ha parlato che metterà insieme un terzo polo, ha semplicemente detto che Emiliano non sarà il candidato di Italia Viva. Tutto il resto è complottismo, inutile. Come inutile l’esercizio con il quale, sempre da Repubblica, il presidente uscente della Puglia si sofferma su percentuali, correnti, minoranze e maggioranze. Insomma tutte quelle cose che stanno facendo saltare in aria il PD in un modo che nemmeno il PD riesce ad immaginare.

Emiliano dimentica poi che a riportare il PD al governo nazionale è stato proprio Renzi provocando l’accordo che ha portato all’attuale inguardabile – e ne è consapevole – governo giallorosa nel quale il PD gioca tristemente, e furbescamente, il ruolo di scendiletto delle stupidaggini di Di Maio e grillini. C’è tutta una politica inutile, oltre a quella di Emiliano che anche Emiliano, se fosse meno attento a sé stesso e più attento a ciò che succede sul serio, potrebbe contribuire a combattere.

 

(17 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 




Pubblicità

I PIU' LETTI

Potrebbero interessarti

Elezioni, Gaynet: “Destra non rappresenta Paese reale, reagire nella società e nelle piazze

di Paolo M. Minciotti “Astensionismo record ed errori nel fronte progressista hanno spianato la strada a Meloni, ma la...

In Sicilia M5S e De Luca arginerebbero [sic] le destre

di Daniele Santi Sono dati provvisori, ma non sono nemmeno delle sorprese. Schifani delle destre sarebbe in testa, con De Luca...

Al comizio di Meloni a Palermo la Polizia carica: tra chi contesta soprattutto ragazze

di Giovanna Di Rosa Manifestavano a favore della loro libertà di scegliere per la 194, duramente sotto attacco in maniera silente,...

La sindrome da accerchiamento delle destre meloniane e il dito puntato contro Lamorgese

di Giancarlo Grassi Dato che nelle destre senza una proposta sensata tutto fa brodo e tutto chiama voti, nell'ultima settimana di...
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: