20.9 C
Napoli
lunedì, Ottobre 18, 2021
Pubblicità
HomeCopertina SudI Partigiani' "Vigliacchi e assassini" e "violare le norma anti-covid". O del...

I Partigiani’ “Vigliacchi e assassini” e “violare le norma anti-covid”. O del professore di scuola media via Facebook

di Redazione, #Taranto

Siamo in tempi in cui avere un’opinione, nel senso di farsela e considerarla propria, costa fatica. Perché necessita di alcune cose: l’opinione tocca farsela, tocca documentarsi prima, pensarci su, riflettere e per tutto questo, banalmente, serve un cervello. Conquistata l’agognata opinione tocca comunicarla, perché il “ce l’ho anch’io” è di tale violenta orgasmicità da impedire di trattenersi. E l’opinione si trasforma in un proclama. “Rivolgo a tutti il mio appello…”, perché certuni son tutti un Mussolini. E non lo sanno…

Così si finisce su un social e si scrive di tutto di più, e tocca affidarsi a Repubblica per riportare parte delle frasi postato dal professore – statale, con stipendio statale, quindi soldi pubblici, è un dettaglio e non un’accusa – al quale lo stato affida i vostri figli per effetto del suo ruolo.

“Rinnovo il mio appello a tutti i cittadini italiani alla disobbedienza civile. Organizzate il vostro Natale come tutti gli anni, andate da chi volete e dove volete. Abbracciate e baciate le persone che amate. Se vi dovessero fermare date i documenti e accettate il verbale. Arrivati a casa potrete utilizzarlo al posto della carta igienica… Non fatevi umiliare ulteriormente, siate coraggiosi e fregatevene delle regole criminali di questi personaggi squallidi. Riprendiamoci il Natale!”, era dicembre 2020, e di lì a due settimane il covid-19 avrebbe ripreso a schiaffeggiare l’Italia senza fare distinzioni.

Qualche tempo prima, siccome è bello provarsi e vedere fin dove ci si può spingere, e bisogna sempre distinguersi con idee originali, e soprattutto documentate e in linea con la Storia d’Italia, se l’era presa con i partigiani: “I partigiani, un branco di vigliacchi e assassini… a guerra finita hanno ammazzato e violentato donne e bambini…. anti-italiani al soldo degli stranieri…”, lo aveva denunciato l’ANPI.

Quella stessa ANPI che ha portato alla luce il commento che incita a non rispettare le norme anti-covid e che ha messo in mezzo l’Ufficio Scolastico Provinciale che ha aperto un’istruttoria nei confronti del professore di scuola media a cui piace apparire sui social con le sue opinioni (e al quale state affidando i vostri figli). La vicenda ha poi assunto contorni demenziali quando si è saputo che oltre ad avere aperto l’inchiesta sul professore che “i partigiani, un branco di vigliacchi…”, si sarebbe aperta un’indagine anche nei confronti del funzionario che ha aperto l’istruttoria colpevole, secondo una visione peculiare della realtà, di essere il vicepresidente dell’ANPI Taranto e, data la carica, si sarebbe dovuto astenere dall’aprire il fascicolo.

Un paese e un popolo per i quali non ci sono più parole.

 

(6 marzo 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 




Pubblicità

I PIù LETTI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: