Pubblicità
18.9 C
Napoli
13.5 C
Palermo
16.9 C
Cagliari
Attiva DAZN
Pubblicità

Roberto Speranza tende la mano a Letta e Conte: “Scrivere insieme una pagina nuova

di G.G., #Politica Con un post sulla sua pagina Facebook (in basso) il ministro della Salute Roberto Speranza, anche segretario di Articolo Uno, si dice pronto al confronto per una nuova agenda progressista per l’Italia rivolgendosi ad Enrico Letta e Giuseppe Conte con un invito a “Scrivere insieme una nuvoa pagina per l’Italia”.   Difesa dei beni pubblici […]
HomeCopertinaE il sottosegretario agli Interni Molteni dà ordini al Governo: “Ius Soli...

E il sottosegretario agli Interni Molteni dà ordini al Governo: “Ius Soli no priorità”. Decide lui?

di Giovanna Di Rosa, #Politica

E contro l’affondo di Enrico Letta si è già scatenato il leghismo del “comandiamo noi” e del “mai con la Lega al governo” come se non sapessimo quanto durano i “mai” della Lega, fin quando non cambia ciò che è conveniente. Dunque il sottosegretario agli Interni Molteni tuona in nomine Legae che lo ius soli “Non è la priorità del Paese e la Lega è garanzia al governo e in Parlamento che non si approverà mai lo ius soli”. Perché decide solo la Lega, gli altri non esistono.

Eccola la soavità democratica del leghismo, che è tutta un diktat e un “mai con la Lega” a squisito uso interno e su mandato del segretario. Poi Molteni si spinge un po’ più in là, perché la Lega non conosce la misura e nemmeno sa quando è opportuno fermarsi al di là del suo elettorato: “Una legge sulla cittadinanza esiste e funziona. La cittadinanza non è strumento di integrazione, come pensano a sinistra, ma bensì l’approdo finale di un processo integrativo”. Un processo integrativo che non esiste, come Molteni sa bene, essendo proprio la Lega con le sue politiche, il principale ostacolo alla completa integrazione di tutte le minoranze all’interno di una società inclusiva per tutti, si tratti di stranieri o italiani “fuori” dai canoni del leghismo.

Insomma verrebbe da dire che ad oggi Enrico Letta, che ha stanato la versione finto-tollerante del leghismo al governo, batte la Lega per 1-0. Poi ne parleremo ancora…

 

(15 marzo 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 




POLITICA