Pubblicità
11.8 C
Napoli
9.6 C
Palermo
12.7 C
Cagliari
Attiva DAZN
Pubblicità
HomeNapoliComune di Napoli. L’Aula ha approvato dodici ordini del giorno su diversi...

Comune di Napoli. L’Aula ha approvato dodici ordini del giorno su diversi argomenti

È stato approvato a maggioranza il primo ordine del giorno, illustrato dal consigliere Gennaro Esposito, che impegna l’amministrazione a farsi parte attiva presso l’Anci per individuare misure a contrasto dell’inverno demografico in atto nel nostro Paese attraverso idonee politiche di accoglienza dei migranti. Nel dibattito il consigliere Salvatore Guangi (Forza Italia) ha annunciato il voto contrario del suo gruppo, illustrando le misure adottate dal governo centrale a sostegno della natalità. Per Gennaro Acampora (PD) bisogna contrastare ogni forma di strumentalizzazione di questi temi. Sergio D’Angelo (Napoli Solidale Europa Verde Difendi la città) ha ricordato che il processo migratorio in atto non è arrestabile e che i migranti sono una ricchezza economica e culturale per il Paese. Il consigliere Luigi Carbone segnala la matrice cristiana dell’accoglienza verso i migranti.

Un ordine del giorno sul tema della pace in Medio Oriente è stato illustrato dal consigliere Sergio D’Angelo. Il documento impegna il Sindaco e l’amministrazione a richiedere in sede Anci, in linea con le posizioni dell’Onu e dell’Unione Europea, misure e iniziative a sostegno della pace e di un cessate il fuoco immediato, e del rifiuto della guerra quale strumento di risoluzione delle controversie internazionali. Il consigliere Nino Simeone (Misto) ha ribadito la necessità di una posizione netta e chiara della terza città d’Italia, in nome della sua storia di accoglienza ,contro la guerra in corso in Medio Oriente. L’aula consiliare non poteva rimanere in silenzio di fronte alla tragedia che si sta consumando in Medio Oriente, ha evidenziato Toti Lange (Misto), che ha chiesto chiarezza sui ruoli e sulle responsabilità di entrambe le parti in campo, definendo terroristica l’attività messa in atto da Hamas.

L’ordine del giorno è stato emendato e approvato alla unanimità.

Il presidente della commissione Politiche sociali Massimo Cilenti ha quindi illustrato l’ordine del giorno a firma sua e del presidente della commissione Lavoro Luigi Musto per l’avvio di un tavolo tecnico di concertazione per il riconoscimento delle mansioni di assistenza specialistica e trasporto degli alunni diversamente abili nelle scuole comunali da parte del personale della Napoli Servizi Spa. Sergio D’Angelo ha osservato che la richiesta contenuta nel documento è già stata esaudita con la convocazione da parte dell’assessore competente del tavolo tecnico per la giornata di domani. Non è condivisibile, invece, per la presenza di alcune inesattezze la parte espositiva dell’ordine del giorno perché contengono fatti che andrebbero accertati.

Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco) si è espresso a favore della pronuncia del Consiglio sul documento. Dopo l’espressione del parere favorevole dell’assessore Baretta, l’ordine del giorno è stato approvato a maggioranza con 20 voti favorevoli e tre astensioni.

Un ordine del giorno che impegna l’amministrazione a implementare l’illuminazione pubblica in piazza del Carmine e piazza Mercato, illustrato dalla consigliera Iris Savastano è stato approvato alla unanimità. Il consigliere Fulvio Fucito (Manfredi Sindaco) ha condiviso l’urgenza del provvedimento. Parere favorevole e impegno forte dell’amministrazione per restituire splendore all’area è stato espresso dall’assessora Armato.

Approvato anche un altro ordine del giorno a firma dei consiglieri Savastano e Guangi per il recupero della segnaletica orizzontale per le scuole nella Municipalità 8. Gennaro Acampora ha espresso dubbi sulla possibilità di dare attuazione all’ordine del giorno a fronte del fatto che per le scuole che si trovano in strade secondarie la competenza spetta alle Municipalità, proponendo per questo un emendamento. Salvatore Lange ha posto il problema dell’inadeguatezza della divisione di competenza tra centro e periferia per questioni di particolare importanza. L’ordine del giorno emendato è stato approvato all’unanimità.

Approvato a maggioranza l’ordine del giorno a firma di Sergio D’Angelo che richiede all’amministrazione di impegnarsi per fissare la soglia minima retributiva oraria per i lavoratori impegnati in appalti e subappalti del Comune di Napoli. Dopo gli interventi a favore dei consiglieri Toti Lange, Gennaro Esposito e Gennaro Esposito che hanno sollevato l’importanza di ulteriori approfondimenti e integrazioni sul tema anche a livello nazionale, il documento è stato emendato.

L’istituzione di un tavolo del mare è la proposta contenuta nell’ordine del giorno a firma di Rosario Palumbo (Cambiamo!) per un confronto costante con tutti i soggetti che a diverso titolo lavorano alla valorizzazione del mare e allo sviluppo del settore. Il documento è stato approvato all’unanimità dopo gli interventi a favore della proposta di Flavia Sorrentino, (Napoli Solidale Europa Verde Difendi la Città) che ha ricordato di aver richiesto una seduta monotematica del Consiglio comunale dedicata al tema della risorsa mare, di Gennaro Esposito (Manfredi Sindaco), che ha rilanciato la proposta di istituire una tassa di sbarco e di Massimo Cilenti (Napoli Libera) per sostenere la necessità di interventi per un settore che può essere sempre più volano di sviluppo.

Approvato all’unanimità l’ordine del giorno che chiede al Sindaco e alla giunta di impegnarsi in sede Anci per l’istituzione del servizio civile regionale e solidale, esteso anche ai giovani tra i 16 e i 18 anni, l’ordine del giorno illustrato da Enza Amato, prima firmataria del documento,approvato alla unanimità. Accanto alle misure repressive previste dallo Stato rispetto ai tanti fenomeni di violenza registrati negli ultimi mesi – ha illustrato Amato – servono misure, adottate anche a livello regionale, che recuperino le buone pratiche e il valore di iniziative quali il servizio civile.

Iris Savastano (Forza Italia) ha illustrato un ordine del giorno a sua firma che impegna l’amministrazione ad adottare misure efficaci a tutela delle librerie storiche di Napoli. L’assessora Armato ha ricordato le iniziative messe in campo dal Comune per la promozione della lettura e delle attività librarie della città e ha espresso parere favorevole al documento, che è stato approvato alla unanimità.

Approvato all’unanimità anche un altro ordine del giorno a firma del consigliere Salvatore Lange (Misto) a favore di un progetto di censimento, recupero, salvaguardia e valorizzazione delle edicole sacre di Napoli.

La messa in sicurezza, il restauro e il risarcimento conservativo dell’arco storico di Port’Alba è la proposta dell’ordine del giorno del gruppo Napoli Solidale Europa Verde Difendi la Città, illustrato dalla prima firmataria Flavia Sorrentino. Una richiesta che raccoglie il sentimento di una grande parte della città e che richiede risorse adeguate e la creazione di un tavolo permanente finalizzato al rilancio dell’area. L’assessora Armato ha ricordato l’impegno dell’Amministrazione al recupero di Port’Alba, come già dichiarato dal Sindaco, volto anche al potenziamento della pulizia, dell’illuminazione e dei controlli. Il documento è stato approvato all’unanimità.

Richiesto il numero legale dal consigliere Sergio D’Angelo, e verificata la presenza in Aula di 16 consiglieri, la seduta del Consiglio comunale è stata sciolta.

 

 

(22 novembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



POLITICA