Pubblicità
15.3 C
Napoli
15.2 C
Palermo
18.4 C
Cagliari
Attiva DAZN
Pubblicità
HomeCultura & SpettacoliEsce il nuovo album "Adriana Spuria" della brava artista siciliana

Esce il nuovo album “Adriana Spuria” della brava artista siciliana

di Gh.Gr.

L’album, il cui titolo prende il nome dall’artista Adriana Spuria, verrà pubblicato il 17 marzo in tutti gli stores digitali e piattaforme di streaming. L’album contiene otto brani, tra i quali due cantati in inglese ed un brano in lingua, essendo Adriana Spuria siciliana e perfettamente padrona della lingua della sua terra.

L’album vive di influenze che vanno dal jazz al pop (L’attimo sospeso, Veroamore), dall’elettronica al folk rock (I fiori del male, Fragile, Restless, I fiori del male remix) dal pop folk dialettale a sonorità intime, acustiche e malinconiche (Vuci Amica, December). Gli arrangiamenti spaziano dall’uso di chitarre elettriche a pianoforti, da basi interamente elettroniche a chitarre acustiche viole e violini suonati. Suggestive le atmosfere.

Autrice  e compositrice del brano Adriana Spuria comincia a cantare e a scrivere canzoni all’età di 17 anni, mentre con varie formazioni suona in giro per l’Italia cover di vari generi spaziando dal jazz al folk dal blues al rock dal funk al pop. Negli anni ’90 lavora sia come autrice melodista che come vocalist per progetti house e dance. Contemporaneamente la sua attività live si svolge in giro tra Milano, Bologna e Roma dove si esibisce in diversi show case acustici chitarra e voce dove prevalentemente suona  i suoi brani di allora, tutti in lingua inglese con un sound ed una costruzione lontani dalla melodia italiana di allora. Nel 1997 partecipa e vince una borsa di studio indetta dalla SIAE per accedere al corso compositori del Cet (la scuola fondata da Mogol).

Adriana Spuria è secondo noi una delle voci più interessanti del panorama pop italiano, testi interessanti e sonorità raffinate ne fanno un’artista originale, fuori dagli schemi e capace di lavorare su più livelli di contaminazione offrendo all’ascolto sfaccettature inaspettate e fascinazioni sempre meno consuete. Consigliamo l’album a chi desideri avvicinarsi alla musica italiana altra, quella che si agisce attraverso la qualità non avendo ancora accesso ai grandi circuiti.

 

 

(15 marzo 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 



POLITICA