Con Schifani e le destre nostalgiche indietro di trent’anni

Altro da leggere

CONDIVIDI

di G.G.

E così con la vittoria di Renato Schifani alle regionali siciliane abbiamo riscoperto l’allegro balletto delle destre, tutto interno alle destre, che in nome del candidato forte del momento, quello che la racconta meglio agli italiani, sempre più creduloni convinti di non esserlo, si scambiano candidati, donne e uomini, dentro un progetto politico che somiglia sempre più a un comitato d’affari trasformato in coalizione politica.

Da Forza Italia all’Ndc, con transito nel presunto anonimato e ritorno in Forza Italia, ecco di nuovo il già presidente del Senato, tanto benvoluto da Silvio da Arcore che riconquista un potere, legittimato dal voto, che non si sa realmente a chi appartiene e del quale potere non sono note le capacità di portare a compimento un programma nebuloso nato già morto.

Con tanti auguri di buon lavoro alla nuova [sic] giunta regionale.

 

(28 settembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 


Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: