L’ex leghista accusato di essersi intascati un sacco di soldi destinati ai disabili

Condividi

Tony Rizzotto (a sinistra) con Matteo Salvini

di Redazione #Palermo twitter@gaiaitaliacom #Maiconsalvini

 

Già nelle file della Lega, primo eletto leghista al parlamento siciliano poi uscito dalla Lega in polemica con la Lega, Tony Rizzotto un uomo con molte risorse e le idee chiare, aveva creato un istituto di formazione per disabili e disadattati sociali promettendo solennemente, scrive Repubblica, ma a seguito di quanto venuto alla luce dopo le denunce di alcuni dipendenti, gli è stato notificato un provvedimento di sequestro del valore di 500 mila euro. Stesso provvedimento per Alessandro Giammona, consulente dell’associazione, la “Is.for.d.d”, che fra il 2012 e il 2015 ha percepito un milione e mezzo di finanziamenti, in parte dalla Regione, in parte dall’Europa.

La questione è seria. Secondo le indagini del gruppo “Tutela mercato beni e servizi” dai conti dell’associazione “sono partiti bonifici per 32.520 euro in favore di Rizzotto, il presidente di “Is.for.d.d.”; Giammona avrebbe invece ricevuto quasi 457 mila euro, ufficialmente a titolo di compenso per la sua attività di responsabile esterno delle operazioni, “anche se non risultava avere alcun rapporto di lavoro con l’ente”, secondo quanto scrive la Guardia di Finanza in un comunicato stampa citato da Repubblica.

Rizzotto, ex deputato regionale dell’Mpa (il movimento per le autonomie), ed ex presidente della commissione Sanità all’Assemblea regionale, si era candidato nella lista “Noi con Salvini” nel 2017, centrando l’elezione con 4.011 preferenze.

(5 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Pubblicità

I PIU' LETTI

Potrebbero interessarti

Elezioni, Gaynet: “Destra non rappresenta Paese reale, reagire nella società e nelle piazze

di Paolo M. Minciotti “Astensionismo record ed errori nel fronte progressista hanno spianato la strada a Meloni, ma la...

In Sicilia M5S e De Luca arginerebbero [sic] le destre

di Daniele Santi Sono dati provvisori, ma non sono nemmeno delle sorprese. Schifani delle destre sarebbe in testa, con De Luca...

Al comizio di Meloni a Palermo la Polizia carica: tra chi contesta soprattutto ragazze

di Giovanna Di Rosa Manifestavano a favore della loro libertà di scegliere per la 194, duramente sotto attacco in maniera silente,...

La sindrome da accerchiamento delle destre meloniane e il dito puntato contro Lamorgese

di Giancarlo Grassi Dato che nelle destre senza una proposta sensata tutto fa brodo e tutto chiama voti, nell'ultima settimana di...
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: