Pubblicità
15.3 C
Napoli
13.5 C
Palermo
15.6 C
Cagliari
Attiva DAZN
Pubblicità
HomeCopertinaQuando Luigi Di Maio diceva: "Whirlpool non licenzierà nessuno. Fieri di avere...

Quando Luigi Di Maio diceva: “Whirlpool non licenzierà nessuno. Fieri di avere riportato lavoro in Italia” #LaProvocazione

di G.G. #LaProvocazione twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

La mania dei social è un po’ una coltellata nelle gonadi, di quella autoinflitte perché, vedete, poi il web mantiene la memoria viva – mica come noi che la uccidiamo e manipoliamo, contro ogni speranza. Così rispunta un tweet nel 2018 dell’attuale ministro degli esteri già ministro del lavoro [sic] Luigi Di Maio che pontificava “Whrlpool non licenzierà nessuno” e si beatificava nel suo orgoglio di avere “riportato il lavoro in Italia”.

 

Il rapporto di Luigi di Maio col lavoro e la politica è ben riassunto dal tweet che riportiamo in alto, e ci racconta un po’ la condizione del ragazzino con poche qualità, pochissima preparazione e molto culo che si convince di essere dove sta non per circostanze fortunate ed irripetibili, ma per sue straordinarie capacità politiche e profondissime, proprio perché insondabili, qualità umane.

Il tweet è anche la summa del fallimento di tutta la politica di destra che Luigi Di Maio ha impresso al M5S e all’immobilismo che caratterizza un governo bloccato proprio da gente come Di MaioVirginia Raggi che non avendo idea di cosa si possa fare dicono “no” for the sake of “No” …

Proprio loro che si presentavano come il nuovo e che sono i peggiori rappresentanti del conservatorismo giovanilista di trentenni nati morti.

Questo succedeva  assai prima che Luigi di Maio si convertisse al baciapilismo ortodosso ad uso buonista e con fotografo al seguito. Giustamente, dopo, non gli resta che pregare.

 

(1 novembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 




POLITICA