Pubblicità
HomeCopertina SudNapoli. In consiglio comunale la lotta all’abusivismo nella raccolta di abiti usati...

Napoli. In consiglio comunale la lotta all’abusivismo nella raccolta di abiti usati e olii esausti

di Redazione, #Napoli

Va affrontato con urgenza il caso dei contenitori “abusivi” per la raccolta di abiti usati e olii esausti: come si evince anche da una documentazione fotografica, contenitori non regolari per la raccolta di abiti sono spesso collocati accanto ai moduli regolari, ha spiegato il presidente Vernetti. Occorre un’azione comune di Asìa e Polizia Ambientale per intensificare i controlli ed eliminare il fenomeno, risultato che può essere raggiunto, come ha proposto l’assessore Del Giudice, con il sequestro dei contenitori abusivi da parte della Polizia Ambientale e la rimozione degli stessi a cura di Asìa.

I fenomeni di abusivismo, ha spiegato Del Giudice, si concentrano soprattutto nella raccolta di cartoni, abiti e olii, le frazioni più facilmente riciclabili. Negli anni, la rete dei contenitori stradali per gli abiti usati ha dato buoni risultati e, dopo una battuta d’arresto dovuta alla necessità di modificare il sistema di apertura dei contenitori (si erano verificati casi di intrusione all’interno degli stessi da parte di bambini Rom), la rete è stata ripristinata. Occorre comunque intensificare i controlli, perché i contenitori abusivi sono pericolosi e perdurano vandalizzazioni dei contenitori Asìa: insieme ai furti di attrezzature, l’azienda subisce ogni anno ingenti danni economici. Nel sistema della raccolta degli olii usati di provenienza domestica (su cui l’Azienda dei rifiuti ha l’esclusiva) ci sono importanti novità, come la possibilità, per condomini e uffici, di richiedere al numero verde i contenitori per la raccolta; ora ci sono anche contenitori di piccole dimensioni che consentono di depositare direttamente l’olio usato raccolto nelle bottiglie di plastica. A queste possibilità si aggiungono le isole ecologiche itineranti, alle quali possono essere riconsegnate le tanichette secondo il calendario pubblicato sul sito di Asìa. Infine, ha concluso l’assessore, le Municipalità sono state diffidate dallo stipulare accordi con operatori privati che non hanno partecipato all’apposita gara di Asìa per la raccolta di olii usati, e che quindi non offrono le opportune garanzie.

L’Azienda dei rifiuti, come confermato dall’ingegner Paolo Stanganelli, sta segnalando alla Polizia Locale e Ambientale i casi di abusivismo; è difficile risalire alle organizzazioni che hanno installato i contenitori per la raccolta di abiti usati, ma proprio oggi è stata segnalata la targa di uno degli automezzi che li raccolgono. Il tecnico di Asìa ha infine comunicato che è in fase di preparazione un dossier, anche con foto, dei casi segnalati; il documento verrà messo a disposizione anche della commissione consiliare.

Informa un comunicato stampa del Comune di Napoli.

 

 

(7 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 




Pubblicità

I PIù LETTI

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: