Il facente funzioni Spirlì e la riabilitazione di Mussolini: quello che mancava

Condividi

di G.G., #Politica

“Il Duce è stato soprattutto all’inizio fautore di una rivoluzione sociale”, eccolo il presidente facente funzioni della Calabria, Nino Spirlì, a magnificare il passato, ad uso futuro e possibile carriera personale, dopo essere stato baciato dalla fortuna e trovarsi dove mai avrebbe pensato di arrivare, celebrando la triste figura del Duce.

Si era affrettato, lo Spirlì facente funzioni, a precedere l’encomio con una “Condanna assoluta e totale delle leggi razziali e delle guerre coloniali, della seconda Guerra Mondiale e di Salò”. Della deportazione di ebrei e omosessuali cenni non pervenuti? Non ci si attendeva tanto.

L’augusta testimonianza è stata raccolta da Klaus Davi che ha dato spazio all’antistoricismo opportunistico del presidente facente funzioni della Calabria ormai alla fine dei giochi, all’interno della sua trasmissione su You Tube dove intervista personaggi della cultura e della politica, ed è il quotidiano La Notizia Giornale a dare conto per primo delle reazioni che giungono tanto dal PD come dal M5S sul revisionismo ad uso personale di Spirlì.

La deputata PD Gribaudo rende noto il suo pensiero via Twitter

 

 

e ricorda a Spirlì che la becera destra di cui anche lui fa parte non si è mai degnata di chiamare il fascismo con il suo nome: Fascismo. Anche il deputato M5S e presidente della commissione Giustizia della Camera Mario Perantoni interviene sulle acrobazie storiografiche di Spirlì: la Calabria “non merita tali rappresentanti” dice Perantoni, “Il fascismo e il suo leader Mussolini sono stati causa del dramma peggiore della storia italiana ma c’è ancora qualcuno che per due voti tenta malamente di legittimarli”.

Per due voti in più. Appunto. Lì sta il dramma.

 

(22 giugno 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Pubblicità

I PIU' LETTI

Potrebbero interessarti

Elezioni, Gaynet: “Destra non rappresenta Paese reale, reagire nella società e nelle piazze

di Paolo M. Minciotti “Astensionismo record ed errori nel fronte progressista hanno spianato la strada a Meloni, ma la...

In Sicilia M5S e De Luca arginerebbero [sic] le destre

di Daniele Santi Sono dati provvisori, ma non sono nemmeno delle sorprese. Schifani delle destre sarebbe in testa, con De Luca...

Al comizio di Meloni a Palermo la Polizia carica: tra chi contesta soprattutto ragazze

di Giovanna Di Rosa Manifestavano a favore della loro libertà di scegliere per la 194, duramente sotto attacco in maniera silente,...

La sindrome da accerchiamento delle destre meloniane e il dito puntato contro Lamorgese

di Giancarlo Grassi Dato che nelle destre senza una proposta sensata tutto fa brodo e tutto chiama voti, nell'ultima settimana di...
Pubblicità
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: